BAGNO MODERNO: LUSSO O URBAN JUNGLE?

Perché scegliere per forza un solo stile? Ormai è usuale il mix & match per risultati sorprendenti. E il bagno non ne è escluso.

Al bando la classicità e monotonia delle solite “toilette”; se mi chiedono un ambiente accogliente e impattante, un po’ estroso, in chiave moderna, mi sbizzarrisco. Come per il progetto che sto per illustrarvi.

Massimale nella scelta delle superfici e minimale in quella degli arredi. Si bilanciano. La sala da bagno che trovate nelle immagini qui sotto, ha una base di lussuosa modernità, circondata da un velo di urbano, jungle direi! Come dimostra la protagonista: la carta da parati che rappresenta proprio uno scorcio di jungla, con tanto di animali e molto verde. Questo splendido prodotto è dell’azienda AQ LAB.

I materiali scelti sono principalmente la pietra; utilizzata per la pavimentazione in marmo, in una tonalità nelle venature calda e complementare al verde della parete. A richiamarla ci sono le tende della stessa tinta e in una nuance più scura, il tappetino davanti alla vasca da bagno.

Stesso marmo, bianco, lo ritroviamo nei lavabo free-standing e nel piano del piccolo mobile-consolle a lato dello stesso. Ceramica nera per la lussuosa vasca e i sanitari. Mentre, acciaio ramato per le finiture della rubinetteria e del porta vaso della pianta, oltre che per il porta salviette.

Il gres è stato scelto per la parete angolare alla vasca da bagno, in color panna, in modo da bilanciare la luminosità dell’area in contrasto con lo sfondo del lavabo, più scuro. Della stessa finitura è la parte iniziale dei lavabo, in colore nero.

I mobiletti che arredano intorno la sala, sono in legno laccato e contengono tutto il necessaire  per il bagno.

Due specchi rotondi sopra i lavabo e uno rettangolare nell’area sanitari, riflettono luce e rendono più grande l’area.

L’illuminazione è composta da luci tubolari LED, posizionati uno all’ingresso, per illuminare l’area relax, in maniera soft e diffusa, che si ripropone nell’angolo dei sanitari, ai lati della finestrella – botola.

Due termoarredo a parete riscaldano l’area e non ingombrano, riprendendo le tonalità nere della porta e dei sanitari.

Una grande plafoniera formata da cerchi rotondi di diverse dimensioni, illumina dall’alto la stanza. I suoi colori riprendono le tinte principali del bagno: verde – bordeaux – nero. Un ultimo punto luce è posizionato proprio fra i due specchi per illuminare i lavandini. Il dettaglio non passa inosservato; difatti la decorazione della lampada riprende quella a foglia del tappetino di spugna ai piedi della vasca da bagno. Inoltre, si integra perfettamente con lo sfondo jungle.

Un bagno particolare, al contempo piacevole e rilassante, soprattutto per i momenti di spa, che avvolge con un tocco di eleganza e glamour. In maniera semplice e minimale si possono ottenere degli ambienti personalizzati e sofisticati.

Ecco le immagini:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.